Il Progetto


Il Progetto Herakles del Dott. Lorenzo Ambrosini con sede a San Benedetto del Tronto (AP) nasce come un progetto di studio, divulgazione ed applicazione delle più recenti scoperte in nutrizione e alimentazione umana.

I principi fondativi del Progetto Herakles si basano sulla centralità del legame mente-corpo e sulla profonda convinzione che il benessere psicofisico dell’individuo debba necessariamente dipendere anche da come egli gestisce la propria alimentazione. Fin dall’antichità era ben noto il legame tra cibo e salute: esso poteva essere sia rimedio che causa della patologia. Est modus in rebus (la misura in tutte le cose) sentenziava il poeta Orazio, predicando l’aurea mediocritas (l’eccelsa moderazione). Riferimento esplicito alle massime dei sette Savi dell’antica Grecia, per i quali la salute e la felicità si ottenevano attraverso l’equilibrio e l’armonia, evitando gli eccessi.

Lo scopo principale del Progetto Herakles è promuovere attraverso l’opera del Nutrizionista uno stile di vita sano, improntato al recupero di una tradizione alimentare genuina e del contatto con la natura.

Questo obiettivo viene raggiunto attraverso un’intensa attività di educazione alimentare, con particolare attenzione ai più piccoli. Nell’epoca attuale più che mai i bambini vivono in maniera sempre più estraniata dalla natura e dalla terra, loro elemento naturale, sistematicamente sottoposti a igenismo esagerato, sedentarietà eccessiva e alimentazione sconsiderata.

Ormai anche in Italia patologie come obesità, allergie, intolleranze stanno diventando endemiche. In quest’ottica il tema della nutrizione si intreccia inevitabilmente con quello dell’attività fisica, del rispetto dell’ambiente e dell’attenzione a pratiche di agricoltura ed allevamento non intesive e compatibili con l’ambiente.

Nutrirsi non è più una mera questione di sopravvivenza. La società moderna concede l’immenso privilegio di poter scegliere cosa mangiare, mettendo l’individuo in condizione di potersi nutrire nel modo più consono alle proprie disposizioni genetiche e metaboliche. L’altra faccia della medaglia è che l’industrializzazione e lo sfruttamento intensivo delle risorse sono diventati un pericolo concreto e costante per la qualità degli alimenti.

L’alimentazione può rappresentare un importante strumento per raggiungere i propri obiettivi, che siano essi salutistici o estetici, nello sport come nella prevenzione e nel trattamento delle patologie. Non esistono di certo diete perfette o cibi miracolosi, quanto piuttosto un percorso globale di consapevolezza alimentare che conduce alla conoscenza intima di se stessi e del funzionamento del proprio organismo. Ogni individuo possiede un metabolismo ed un insieme di reazioni agli alimenti che sono unici e che è fondamentale imparare a capire per potersi nutrire nel modo più armonico e salutare per la propria costituzione. E’ evidente che i consigli alimentari da rivista spicciola o diete generaliste servono a ben poco: ciò che può essere efficace per qualcuno può essere inutile per altri, e per altri ancora persino dannoso.

Il principio filosofico alla base del sistema sanitario internazionale si sta spostando sempre più verso una medicina di iniziativa, rispetto alla tradizionale medicina di attesa. L’approccio classico della medicina consiste “nell’attendere” che la patologia si manifesti prima di intervenire. Al contrario la medicina di iniziativa è una medicina di prevenzione che opera costantemente al fine di evitare o ritardare il più possibile l’emergere della patologia conclamata. Mai come oggi è tanto vero il motto “meglio prevenire che curare“, non soltanto per ragioni di benessere e salute, ma anche per le meno nobili motivazioni economiche: in tempi di difficoltà tanto per le tasche del cittadino, quanto più per quelle dello Stato, la cura delle patologie diventa una spesa sempre più gravosa.

Il nutrizionista professionista riveste in tal senso il ruolo dell’esperto di metabolismo e ricomposizione corporea: colui che, in possesso di una solida preparazione accademica ed esperienza pratica, può guidare l’individuo in questo percorso verso l’evitamento della malattia, identificando quali sono gli elementi chiave del suo metabolismo e quale tipo di alimentazione è la più indicata al raggiungimento di una condizione di benessere, sicurezza e rispetto di sé stessi.

Per saperne di più  e conoscere i servizi offerti dal Progetto Herakles a San Benedetto del Tronto e nell’area tra Marche e Abruzzo visita le sezioni “Il Nutrizionista” e “Servizi“.

Centro Nutrizionale Herakles - Lorenzo Ambrosini Nutrizionista a San Benedetto del Tronto